A volte ritornano…

Un tempo scrivevo di musica e oggi riprendo a farlo per dire la mia su quest ennesimo Festival di San Remo appena concluso.

La vincitrice assoluta e unica per me è Elodie. La raffinata eleganza nella postura persino con abiti che sfidano la forza di gravità. La voce è cresciuta acquisendo stile e maggior corpo. Elodie è bellissima, ma di quella bellezza che non sovrasta sul mestiere di cantare. Vince perché il pezzo spacca e lo balleremo tutta l’estate ed oltre.

Tutto il resto è un gran calderone di noia assoluta: Achille Lauro che vuole scandalizzare, Morgan che lascia il palco, Tiziano Ferro che promuove il suo bel prodottino in prossima uscita su Amazon video. Per non parlare del pezzo di Piero Pelù che sembra un copia incolla di un brano dei Red Hot Chili Peppers di By the way. Una noia mortale, per non dire pestilenziale.

Achille Lauro non mi scandalizza, mi fa solo tanta tenerezza. Di cosa potremmo mai scandalizzarci noi cinquantenni che negli anni 80 più che ballare sulle note di Sabrinona Salerno ci rasavamo i capelli e versavamo lacrime per la morte di Sid Vicious?

Tuttavia Achille Lauro dimostra un fatto ineluttabile, ovvero che oggi non fai parlare di te se non hai un bravo stratega di marketing alle tue spalle.

Per il resto le previsioni del tempo danno il talento come non pervenuto.